L’oro di Norma, la castagna

L’oro di Norma, la castagna
Condividi

Al via la 45esima edizione della “Sagra della Castagna”, tra natura, cultura ed enogastronomia locale.

È ormai tradizione che, a Norma, l’ultimo weekend del mese di ottobre sia totalmente dedicato alla famosa “Sagra delle Castagne”. Un appuntamento irrinunciabile che riporta l’intero paese nell’atmosfera unica e suggestiva dei tipici profumi autunnali della tradizione. La manifestazione nasce come rievocazione in chiave moderna di un rito antico tipico dei castagneti locali. In passato, infatti, al termine della raccolta tutti i coltivatori si riunivano per grandi festeggiamenti, erano arrostite le castagne e si offriva il vino, il più delle volte di produzione propria. Oggi è una vera e propria festa, con musica e balli popolari tra bracieri fumanti e scoppiettanti caldarroste, dove migliaia di visitatori si riversano per le vie del paese in un’atmosfera piacevole e gioiosa. Un tempo era vera e propria celebrazione per la principale fonte di sostentamento della popolazione, in autunno e in inverno, la castagna appunto, era un significante alimento nutritivo ricco di carboidrati complessi, di potassio e vitamine e buona fonte di fibre. La sagra quindi nasce per riportare alla memoria l’importanza strategica che la castagna rivestiva tanto per l’economia del paese che per l’alimentazione dei suoi abitanti. Giunta ormai alla 45esima edizione, la manifestazione si conferma come uno tra gli eventi più attesi, sia dagli abitanti della piccola cittadina, sia dai visitatori che ogni anno accorrono sempre più numerosi. Il pubblico contribuisce all’atmosfera di festa, in un clima giocoso e spontaneo tra cultura ed arte. C’è da perdersi nella semplicità di un tempo e lasciarsi trascinare nel fascino dell’antico. Il tutto in una cornice d’eccellenza, le bellezze dell’antica città di Norba con le sue meravigliose mura ciclopiche ed il museo archeologico. Lungo le vie del corso si scoprono una ad una le caratteristiche “Baracche” completamente realizzate con foglie, legna di castagno e altri materiali tipici dei boschi. Qui si possono degustare caldarroste a volontà oltre ai tradizionali prodotti tipici dell’enogastronomia locale. Quest’anno la kermesse avrà inizio venerdì 25 ottobre per poi proseguire durante tutto il weekend. Se il primo giorno è tendenzialmente adibito alla costruzione delle baracche, le giornate di sabato e domenica saranno all’insegna di musica, spettacoli itineranti ed eventi culturali, le mostre, dove scoprire le curiosità e il folklore di questo paesino in tipico stile medievale. Durante la manifestazione, dunque, numerosi spettacoli artistici e d’intrattenimento faranno da cornice alla festa. Come ogni anno, la sagra prevede un percorso enogastronomico attraverso i caratteristici stand lungo le stradine del paese, dove è possibile degustare castagne, caldarroste e altri prodotti tipici del nostro territorio. In parallelo, un percorso storico-culturale porterà i numerosi visitatori alla scoperta delle bellezze di Norma. Per maggiori informazioni: 338/6622399


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.