Tendi La Mano-AIPOM Onlus, l’associazione che fa prevenzione

robertocesareo

Gli italiani non si curano più, a dirlo i medici di famiglia che affermano: “ i pazienti trascurano la salute proprio a causa della situazione economica ” infatti, la crisi che sta attraversando il nostro paese ha ripercussioni sempre più grandi anche nel campo della salute. C’è da considerare poi che, a fronte di meno disponibilità economiche delle famiglie, c’è stato anche un aumento dei ticket da pagare per sottoporsi ad esami e visite specialistiche, e allora, come risolvere il problema? Al servizio degli abitanti della regione Lazio, sette anni fa nasceva l’associazione Tendi La Mano-AIPOM (Associazione Italiana Patologie Osteo-metaboliche) Onlus. L’obiettivo dell’associazione è di prevenire le patologie osteo-metaboliche e di tutelare i pazienti e offre screening gratuiti durante tutto l’anno per iscritti e non e comunque, la quota associativa annuale è di solo 10 euro.

L’associazione è presieduta dal dottor Roberto Cesareo, qual è la finalità di Tendi La Mano? L’associazione nasce con lo scopo di svolgere attività scientifica in merito alle patologie osteometaboliche, le più note sono: le patologie della tiroide, l’osteoporosi, l’obesità, tutte patologie a elevato impatto sociale e caratterizzate da elevati costi da parte dei vari governi nazionali. L’associazione ha poi creato un vero e proprio netrwork sanitario in tutta la regione, grazie al quale, gli iscritti possono trovare benefici economici nell’espletamento di una serie ingente di prestazioni sanitarie. Gli stessi associati, inoltre, hanno diritto a visite di screening gratuite sul territorio effettuate mensilmente dai vari medici specialisti dell’associazione. Poi, come associazione, grazie ai proventi ricavati dalle quote associative e dai ricavi provenienti dal 5 per mille, programmiamo le donazioni di apparecchi elettromedicali o beni di comune utilizzo a strutture sanitarie e non (centri anziani, scuole …) L’associazione è Regionale, i centri più attivi sono a Roma e a Latina ma, quanti sono gli iscritti? Nel 2013 sono andate oltre le più rosee previsioni, circa 1200 iscrizioni a Roma e 2000 circa a Latina, per un numero complessivo di 3200 iscritti e nuove iscrizioni e reiscrizioni si stanno realizzando in questo inizio anno 2014. Quali sono i progetti attuali e futuri di Tendi La Mano? Le richieste di screening e i progetti di prevenzione, soprattutto nei borghi di Latina, sono sempre più numerosi e questo, se da una parte ci impegna sempre più, dall’altro ci da ancora più forza nel proseguire nei nostri intenti. Abbiamo appena terminato uno screening sulle malattie della tiroide a Borgo Bainsizza. Abbiamo sottoposto ad ecodoppler tiroideo un campione rappresentativo della popolazione del borgo di età variabile e da questo è emerso una prevalenza di patologia nodulare tiroidea sulla stessa linea dei dati epidemiologici nazionali (circa il 40% della popolazione) e una significativa presenza di sospette tiroiditi. Confrontando questi dati con un altro pregresso studio, eseguito a Carpineto Romano, sembrerebbe emergere che la patologia nodulare abbia a Latina una prevalenza inferiore ma ci sia una maggiore incidenza di tiroiditi. Non sappiamo presupporre cause ambientali che necessiterebbero tuttavia studi di approfondimento. Per quanto concerne la patologia nodulare tiroidea se è vero che ha un’alta penetranza è altrettanto vero che fortunatamente la maggior parte di questi noduli non hanno rilevanza clinica e non necessitano di alcun approfondimento diagnostico e clinico. C’è stato da poco un convegno sulle patologie osteometaboliche? Per la precisione il V in terra pontina, la nostra associazione lo sostiene e si è rivolto a più di 100 medici specialisti nelle patologie osteometaboliche. L’incontro, che si è svolto a Sabaudia il 16-17 maggio, ha visto la presenza dei più grossi esperti di osteoporosi e malattie dell’osso provenienti da tutta Italia. A proposito di Osteoporosi, come fare per saperne di più? Il 7 giugno alle 18.00 presso il teatro Ponchielli, in via Ponchielli a Latina, si terrà un convegno sull’osteoporosi rivolto a tuti i cittadini, ovviamente con ingresso libero e finalizzato a sensibilizzare gli abitanti di Latina nei confronti di questa “silenziosa” patologia. Per saperne di più www.tendilamanoaipom.com, tel. 334 – 5858318 (Area di Latina), tel. 334 – 5858324 (Area di Roma); per sostenere le iniziative dell’associazione con la donazione del 5x mille C.F.: 91090050591

Questo il programma :

CONVEGNO

L’osteoporosi “un’epidemia silenziosa”

TEATRO “A. Ponchielli ” Scuola Alessandro Volta Via A.Ponchielli – Latina

Sabato 7 Giugno 2014 ore 18.00

Ore 18.00: Saluto delle Autorità

Ore 18.15: Situazione attuale e prospettive future dell’Associazione. G. Catania MembroDirettivo Tendi La Mano-AIPOM onlus

                       MODERATORI: D. Tomezzoli – Giornalista, L. D’Ettorre – Radiologo

Ore 18.30: Osteopatia: Utilizzo clinico T. Bernardi – Osteopata

Ore 18.45: Osteoporosi: impara a conoscerla per evitarla R. Cesareo – Endocrinologo

Ore 19.15: Discussione finale. Gli esperti rispondono ai quesiti del pubblico

Con il patrocinio di

Comune di Latina – Ordine dei Medici di Latina – A.M.E. (Associazione Medici Endocrinologici Italiani)

SIOMMMS (Società Italiana dell’Osteoporosi e del Metabolismo Minerale e dello scheletro

Per Info www.tendilamanoaipom.com tel. 334 58 58 318

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *