Quale Futuro per il Sociale? Il dibattitto in un webinar

Si terrà giovedì 15 ottobre alle ore 17.30 sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/pop.movimento e sul  sito www.movimentopop.it. Il dibattito “Venti anni dalla Legge 328: Quale Futuro per il Sociale?” Organizzato dall’Associazione POP – Idee in Movimento. L’evento inizialmente previsto presso il Museo Giannini nel comune di Latina, è stato  trasformato in un webinar a causa dell’andamento dei contagi e della nuova ordinanza regionale. Alla diretta parteciperanno, oltre alla Presidente di POP e Consigliera Regionale, Marta Bonafoni, l’Assessora al Welfare e alle Pari Opportunità del Comune di Latina Patrizia Ciccarelli, il sindaco Damiano Coletta e l’Onorevole Livia Turco  Presidente della Fondazione Nilde Iotti. Il dibattito ruoterà intorno alla Legge 328 del 2000 e sarà l’occasione per fare un bilancio sull’applicazione e l’evoluzione che la Legge avrebbe dovuto avere e per riflettere sullo stato delle politiche sociali, anche alla luce della difficile fase che il nostro paese sta attraversando. La Legge quadro per “la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” è intervenuta coprendo un vuoto normativo di oltre 110 anni, ridefinendo in maniera organica le politiche sociali e apportando numerose novità. A distanza di venti anni però, è giunto il momento di chiederci se, a fronte della pandemia e delle fragilità che ha fatto emergere, sia sufficiente questa regolamentazione o se invece sia necessario coltivare parallelamente politiche di sviluppo umane, sociali, ambientali, in grado di rispondere ai molteplici bisogni della collettività. Un tema importante, che mette al centro il benessere delle persone, intese come fruitori di servizi ma anche come linfa e motore di una politica capaci di promuovere una società in grado di offrire una protezione sociale attiva, inserimento, valorizzazione, superamento degli ostacoli e rimozione dei disagi collettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *