Pomezia: Premio Tyrrhenum XXIII edizione

Si è chiusa venerdì 30 Settembre 2016, la XXIII edizione del Premio Tyrrhenum.  Nella sala del Simon Hotel, il premio è stato  conferito a personalità che si sono distinte in attività in favore del territorio. Quest’anno il riconoscimento è stato assegnato al Prof. Giancarlo Tassile, storico Preside del Liceo Pascal. “Il Preside dalla porta aperta”: questo potrebbe essere il titolo per descrivere correttamente come è andata la serata. Tutti i professori e i collaboratori che sono intervenuti hanno sottolineato la disponibilità e la profonda capacità di ascolto di un personaggio che ha contribuito in maniera significativa a rendere possibile la presenza del Liceo Scientifico a Pomezia. I primi tempi vicino all’Anagrafe, il trasloco del Liceo nel 1995 presso la sede attuale, l’aumento del numero degli studenti, i progetti innovativi, le “supplenze” da professore di matematica quando era necessario: premio tyrrhenum 2016 (1)anche se con difficoltà, tramite i racconti e le testimonianze si è cercato di condensare in poche parole diciannove anni di attività a Pomezia in qualità di Preside. Infine, un piccolo spazio è stato dedicato al breve periodo in cui il Prof. Tassile è stato Sindaco di Pomezia.
L’Albo d’oro del Premio ha visto i seguenti riconoscimenti:
1994: Prof. Ferdinando Castagnoli, archeologo, scopritore di Lavinium.
1995: Mons. Giovanni Trovalusci, parroco di Pratica, benedì la prima pietra di Pomezia
1996: Prof.ssa Maria Fenelli, direttrice scavi di Lavinium, divulgatrice della nostra storia
1997: Ing. Paolo Becattini, dirigente industriale, animatore della vita sociale e culturale 1998: Sig. Bruno Daccomi, operaio, artista, in prima fila nelle lotte sociali
1999: Dott. Agostino De Giorgio, medico condotto, punto di riferimento per i cittadini
2000: Sig.ra Nedda Antonetti, promotrice ed animatrice del volontariato sanitario
2001: Padre Davide Agostini, infaticabile parroco di Pomezia, musicista, professore
2002: Presidente Pro Loco Mario Bianchi, una vita spesa per valorizzare il territorio
2003: Prof. Alessandro Stenico, artista e animatore delle attività artistiche con i giovani
2004: Sig.ra Lucia Angarano, esempio di emancipazione femminile legata alla tradizione
2005: Sig. Alfredo De Carolis, insegnante yoga, maestro di vita, volontario del bene
2006: Sig. Pietro Guido Bisesti, custode delle tradizioni locali
2007: Dott.ssa Antonella De Biase, animatrice di attività in favore dei ragazzi disabili
2008: Prof. Andrea Basta, divulgatore del gioco degli scacchi a Pomezia e tra i giovani
2009: Maestro Giovanni Cena, amico della Scuola e dei lavoratori dell’Agro Romano
2010: Sig.ra Annie Avanzi, animatrice culturale
2011: Paolo Colli, esempio di volontario e di ecologista, fondatore di Fare Verde
2012: Dott.ssa Aynur Ozbek Bonomo, Determinante nel Gemellaggio Pomezia (Lavinium – Canakkale (Troia) 2013: Marco Paniccia, Giovane artista, divulgatore d’arte
2014: Prof. Alessandro Maria Jaja, Direttore della missione Lavinium, scopritore del Santuario del Sol Indiges
2015: Padre Pietro Alessio, educatore di tante generazioni di giovani pometini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *