A Monte San Biagio gli Chef della Provincia di Latina per “Il Natale del Cuoco”

A Monte San Biagio gli Chef della Provincia di Latina per “Il Natale del Cuoco”
Condividi

Tutto pronto per il Natale del Cuoco che lunedì 9 dicembre vedrà riunirsi a Monte San Biagio (LT), le Berrette Bianche della provincia di Latina. Ad ospitare la tradizionale cena di gala promossa e organizzata  dal vicepresidente regionale e presidente provinciale della Fic Luigi Lombardi, per dar modo agli associati d’incontrarsi nel momento più magico dell’anno,  sarà il  ristorante Le Pantanelle.

Una vera e propria festa sottolineata dal calore familiare e dal piacere della convivialità,  impreziosita in questa edizione dalla c

Maria Cristina Biasillo

onsegna del Collare del Collegium Cocorum: l’onorificenza rilasciata dalla Federazione Italiana Cuochi (Fic) ai professionisti  con più di 40 anni di età, che operano da almeno cinque lustri  nell’arte culinaria onorando la tradizione e il prestigio della cucina italiana. Otto gli chef che riceveranno l’ambizioso riconoscimento. Nell’ordine: Donato Vitale, Giuseppe Russo, Roberto Villani, Maria Cristina Biasillo, Alberto Sambucci, Giuseppe Graziosi, Carmine Pepe e Fernando D’Ambrosio. In cucina ad affiancare lo chef Andrea Vittore del ristorante Le Pantanelle, una brigata d’eccezione composta da alcuni dei migliori interpreti della gastronomia laziale appartenenti

il collare del Collegium Cocorum

all’Associazione Provinciale Cuochi LatinaMichele Tammaro ( Suchy Master ), Pasquale Minciguerra (Ristorante Forma – Latina ), Pietro Pecchia ( Paolella Catering – Monte San Biagio ), Fausto Ferrante ( Ristorante Da Fausto – Fondi), Maximiliano Cotilli ( Ristorante Satricum – Borgo Le Ferriere – Latina), Antonio De Angelis ( Villa Claudia – San Marco di Teano – Caserta).  Ad estasiare il palato, un mix tra innovazione e tradizione per un menu ricco di sapori dove sarà possibile scoprire proposte intriganti e abbinamenti insoliti tutti nel segno dell’eccellenza: Aperitivo di benvenuto; Crudo di gambero rosso, ricci di mare, passatine di cavolfiore e limone candito; Spaghetto alla chitarra con seppie, suoi derivati e pomodorini confit; Ziti corti rigati Gentile alla carbonara di mare; Involtino di ombrina, fegatino, arancia amara e olive al camino; Cremoso al pistacchio con anice stellato e crumble al cacao. Il tutto accompagnato dai vini della cantina Casale del Giglio.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.