Museo Emilio Greco: “L’arte che abbatte le barriere”, visita guidata in Lis

L’arte e le opere di Emilio Greco accessibili a tutti. Sabato 29 giugno alle ore 16.30, la collezione civica di Sabaudia dedicata ad uno dei più grandi scultori del Novecento, ospiterà una nuova visita straordinaria, un percorso volto a scoprire l’artista, la sua “poetica”, l’approccio col mondo dell’arte, il suo forte legame con la città di Sabaudia e il nuovo allestimento del Museo Greco realizzato in occasione dell’85° anno dall’inaugurazione della città su progetto originario del professor Giulio Savio. E per la prima volta in assoluto, la visita guidata potrà essere fruita anche da persone sorde, grazie alle puntuali argomentazioni della direttrice scientifica Mariella Pasotto e alla loro traduzione simultanea in lingua Lis a cura di una interprete dell’Ente Nazionale Sordi. “Il Museo Greco in quanto luogo di cultura e patrimonio cittadino deve essere fruibile da ognuno di noi, dunque deve abbattere le barriere e rendersi accessibile ad un numero sempre maggiore di persone con una serie di attività mirate e inclusive – ha commentato il consigliere Francesca Avagliano, delegato ai percorsi culturali – Quello del 29 giugno sarà un evento importante che dovrà fungere da apripista ed essere da esempio per tutte le organizzazioni e gli operatori culturali, affinché i musei possano essere la casa di tutti, spazi dedicati all’integrazione e alla condivisione, nel senso più ampio del loro significato”. La collezione civica di Sabaudia rappresenta una delle raccolte più pregevoli nel mondo relative a Emilio Greco. Consta attualmente di più di cento opere tra produzioni grafiche e scultoree, serie di medaglie, monete, francobolli, bronzi ed argenti, ai quali devono aggiungersi le otto formelle in gesso delle porte del Duomo di Orvieto. La raccolta copre un arco temporale di attività dell’artista molto ampio, che va dal 1947 al 1984, e narra in modo esemplare l’immaginario di Greco, la ricchezza della dimensione umana e del suo mondo di passioni. “L’Arte che abbatte le barriere” è un evento promosso dall’Amministrazione comunale nell’ambito del progetto “Emilio Greco, oltre lo spazio Museo. (Ri)Scoperta e valorizzazione del territorio, inclusione sociale e approcci alla fruizione museale”. L’ingresso è libero e gratuito e la visita guidata aperta a tutti. La cittadinanza è invitata a partecipare. È gradita la prenotazione con sms o messaggio whatsapp al numero 339-8548674. Ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *