Karate: Sakura Latina vince il Campionato Regionale Fesik

La Sakura Latina ha conquistato il titolo di prima società classificata della Regione Lazio nella specialità del kata (forma), riuscendo ad ottenere dodici titoli di campione regionale e 7 vice campioni regionali, oltre a 6 medaglie di bronzo, 3 quarti posti e 8 finalisti, per un totale di 28 prestazioni da podio su 37 atleti presenti in gara.

Il campionato è stato ospitato dalla bella struttura del Palabandinelli di Velletri, dove nella prima parte della giornata si cominciava con le categorie da 6 a 10 anni: gli atleti di Latina in rappresentanza della Sakura erano Gabriele Funari, Francesco Galuppi, Federico Ippati, Tommaso Niglio, Alessandro Penazzi e Mattia Sacco, amici e avversari nella categoria 6/8 anni cintura bianca. Nonostante la concorrenza agguerrita, riuscivano a raggiungere la finale Ippati, Sacco e Penazzi. A seguire, nella foltissima categoria delle cinture gialle e arancio 6/8 anni salivano sul tatami Ginevra Fruttero, Federico Florissi, Federico Gasbarrone e Simone Tintisona. A raggiungere la finale erano Ginevra nella femminile e Federico nella maschile.
Nella categoria 9/10 anni gialla e arancio maschile si scontravano Christian De Filippis, Alessandro Lucci e Diego Mameli. A conquistare il primo podio individuale della giornata era il giovane De Filippis, ulteriormente migliorato rispetto all’ultima gara. Nelle categorie a squadra sempre da 6 a 10 anni i piccoli rappresentanti della Sakura Latina riuscivano a vincere due medaglie d’oro, con la squadra formata da Alessandro Penazzi, Mattia Sacco e Gabriele Funari nella 6/8 anni e con Diego Mameli, Alessandro Lucci e Federico Florissi nella 9/10 anni open. Inoltre, la medaglia di bronzo era vinta dal team capitanato da Francesco Galuppi accompagnato da Federico Ippati e Tommaso Niglio.
Nella seconda parte della giornata si scontravano gli atleti della fascia 11/14 anni. Ad aprire il medagliere Sakura era Daniele Tufi, che conquistava l’argento nella giallo/arancio maschile, con un esordio alle gare che lascia intravedere un bel cammino. Scontro tutto in famiglia tra le ragazze: stavolta a spuntarla era Martina Coriddi, protagonista di una performance eccellente, seguita dalla validissima Gretamaria Fruttero e dalla potente Daiana Hotnog. Nella stessa categoria faceva il suo esordio Giulia Turcanu, che eseguiva comunque un’ottima prova a cui certamente faranno seguito future soddisfazioni. Nella verde/blu maschile a vincere l’argento era Alessandro Di Stasio, sempre vicino al primo posto. Nella verde/blu femminile, scontro casalingo vinto da Marta Pirri, in questa competizione particolarmente ispirata, seguita da Irene Chillemi e Sara Sebastiani. Sia Chillemi che Sebastiani dovevano conquistare le loro medaglie con uno spareggio, che entrambe vincevano.  Le tre ragazze, anche compagne di squadra, facevano brillare gli occhi alla compagine latinense. Nella marrone/nera maschile era Riccardo Rizzato a compiere una delle sue imprese, riuscendo a conquistare il quarto posto in una categoria difficilissima, dove si metteva alla prova anche il compagno di squadra Davide Ventriglia, notevolmente migliorato. A seguire si assisteva ad uno scontro tra due titani, seppur di dimensioni diverse, ovvero quello tra Marco Zingarelli e Carlo Chillemi nella 13/14 anni cinture marroni. Il primo, ormai veterano della categoria, riconfermava il suo ottimo livello conquistando l’argento con una prova di sostanza, mentre Chillemi, esordiente in questa categoria, riusciva a piazzarsi al terzo posto esibendo la sua classe di tutto rispetto. Tra i team delle categorie 11/14 anni, si assisteva al trionfo della squadra capitanata da Riccardo Rizzato, con Di Stasio e Ventriglia, che superavano i compagni Federico Gasbarrone, Christian De Filippis e Daniele Tufi, vincitori della medaglia d’argento. Nella categoria femminile, a laurearsi vice campionesse regionali erano le tre guerriere Sebastiani, Chillemi, Pirri, davanti le più giovani Coriddi, Hotnog, Fruttero, esecutrici di una bellissima prova che regalava loro il quarto posto.
L’ultima parte della giornata era dedicata alle categorie con oltre 15 anni. Tra i cadetti, ben figuravano Giulia Guidi, campionessa regionale tra le arancio/verdi. Nella blu marrone maschile arrivavano in finale con un bel testa a testa Riccardo Lukic, atleta che migliora di gara in gara, e Simone Tufi, protagonista di una prova di tutto rispetto. Tra le cinture nere era Simone Tucci a salire sul podio davanti ai compagni e amici Lorenzo Cabassi e Riccardo Parisi. Con due performance ispirate, lucide e convincenti si trovava ad un passo dai più forti, concludendo con la conquista di un ottimo bronzo. Un’altra conferma arrivava dalla categoria femminile cinture nere con Alessia Mandatori, sempre presente, non solo fisicamente, protagonista di un ottimo Jion. Dopo i cadetti era la volta della categoria Juniores maschile cinture nere, dove Davide Castaldi confermava il suo strapotere nella categoria, eseguendo due prove tecnicamente eccezionali. Sul terzo gradino, il compagno di sempre, Roberto Coletti, anch’egli sempre centrato e temibilissimo concorrente in qualsiasi specialità. Tra i seniores, era Roberta Pettinicchio a conquistare il titolo di campionessa regionale, dimostrando un livello tecnico progredito, oltre a una forma da sempre ineccepibile, che stavolta erano accompagnati da una determinazione che la portava a pieno titolo sul primo gradino del podio. Tra le veterane, a vincere era Simona Zanconato.
La Sakura era infine rappresentata da due team di giovani professionisti: nella categoria Cadetti la “Sakura 9”, composta da Parisi, Cabassi e Zingarelli eseguiva dapprima il kata Enpi e poi il Kata Bassai Dai, grazie ai quali vinceva la propria categoria dimostrando grande sincronismo e soprattutto realizzando una prova di grande impatto emotivo. Stesso risultato conquistato dalla “Sakura 10” nella categoria Juniores da Davide Castaldi insieme a Roberto Coletti e Simone Tucci. Squadra di recente formazione, non deludeva le aspettative, anzi metteva in mostra un sincronismo invidiabile e soprattutto una tecnica matura e avvincente.
Una grandissima soddisfazione per il Direttore Tecnico Sabrina Tucci, che ora guarda ai prossimi appuntamenti con rinnovato entusiasmo, forte di una squadra sempre più unita e arricchita di valori marziali e umani che vanno aldilà di qualsiasi medagliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *