Claudia Artuso e Paola Acciarino Arte a porte aperte

Il vernissage delle due artiste pontine Domenica 1° dicembre alle ore 18,00  presso lo spazio espositivo di via Isonzo 31. Claudia Artuso e Paola Acciarino unite nella comune passione per l’arte, intesa quale strumento atto ad arricchire e donare benessere, sia a chi la realizza sia a chi ne fruisce. Le due artiste pontine hanno deciso di condividere emozioni, esperienze e percorsi legati alla loro creatività nel loro laboratorio, sito in via Isonzo 31, per vivere insieme a quanti accorreranno una esperienza sensoriale a tutto tondo. Sarà un viaggio mano nella mano nella loro arte e nelle infinite possibilità suggerite proprio dai percorsi artistici delle due, diversi per studi, tecniche e mezzi utilizzati ma accomunati dall’intensa voglia di comunicare ciò che le parole difficilmente riuscirebbero a dire. Paola Acciarino, visual Artist, è artista poliedrica e precoce: espone i suoi ritratti in una prima mostra all’età di 10 anni. Incline alle arti visive in genere, ha frequentato il Liceo Artistico ed è laureata in Design, disciplina quest’ultima alla quale coniuga le passioni di una vita, pittura e fotografia, per le quali ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti. Nel 2016 riceve un riconoscimento importante anche dalla sua città: vince la Biennale di Arte Contemporanea di Latina. Claudia Artuso è invece autodidatta e nonostante abbia iniziato ad esporre solo dal 2012 ha raggiunto traguardi importanti in Italia e all’estero. Da ricordare le numerose esposizioni collettive presso la Galleria Monogramma di Via Margutta, l’ultima in partenza il prossimo 20 dicembre. Senza dimenticare la partecipazione all’Italian Artists presso il Consolato Generale d’Italia a Miami, alla Biennale d’arte contemporanea a Montecarlo, al Premio Sulmona ed altri prestigiosi appuntamenti artistici. Nel 2018 si è classificata prima al premio Open Art presso la Biblioteca Angelica e nello stesso anno ha ricevuto il premio Eccellenze Pontine Sezione Pittura nella “La notte dei gatti” presso il Biancoro di Latina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *