Caroso Festival, 25ª edizione

Entra nel vivo la venticinquesima edizione del Caroso Festival che quest’anno propone una novità, dato che la rassegna espressamente dedicata al mondo delle seicorde si apre anche a nuovi strumenti. Il primo concerto dei quattro in programma da mercoledì a sabato (dal 7 al 10 agosto) è previsto presso il teatro comunale Don Bosco a Lanuvio quando dalle ore 21 si esibirà l’argentino Ricardo Moyano. Proporrà un repertorio basato su opere scritte e interpretate da maestri della tradizione sudamericana come Rafael Cortijo, Wilfredo Franco, Consuelo Vázquez, Eddie Palmieri, Hilda Herrera, Ricardo Moyano, Tom Jobim e Toninho Ramos. Un vero e proprio artista

Ricardo Moyano

figlio del mondo, Ricardo Moyano è nato a La Rioja nel 1961 dove ha iniziato lì gli studi, si è poi trasferito a Madrid in Spagna per alcuni corsi di approfondimento, passando poi per Parigi per un breve periodo della sua vita e carriera. Attualmente vive in Turchia dove da oltre dieci anni insegna al Conservatorio dell’Università di Istanbul. La sua musica si occupa di generi e confini ed è il riflesso della sua storia, fatta di continui spostamenti, incontri e influenze ricevute.   Il Caroso Festival proseguirà al Castello Caetani di Sermoneta giovedì 8 con la Pontinia Guitar Orchestra venerdì 9 con il chitarrista Antonio Molfetta e sabato 10 si chiuderà con la pianista Silvia D’Augello. La rassegna è come sempre ideata e diretta dal maestro Stefano Raponi e si avvale del patrocinio dei comuni che ospitano di volta in volta l’evento con il supporto degli sponsor Officine Ceccacci e Oc Progetti.  Per avere ulteriori informazioni sulla manifestazione si può visitare il sito ufficiale www.carosofestival.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *