Prima Pagina

Chiusa la 6ª edizione di ArdeaJazz, un successo

Ha mietuto consensi  la  6ª edizione di Ardea Jazz che si è chiusa ieri (domenica 18 luglio). L’appuntamento ormai diventato una tradizione, ha consolidato la sua fama portando sul palcoscenico allestito  nell’area archeologica di “Casarinaccio”, dei Altro »

NSD e FAP volano sulle ali del successo

Mietono successi la NSD e la FAP, le scuole d’arte di Simone Finotti, Roberta Di Giovanni e Consuelo Ziroli. Nonostante il difficile periodo, la chiusura dei teatri, delle scuole, le lezioni in dad o all’aperto, non Altro »

Un successo la presentazione di “Onc Podere 185 – i Muraro dell’Agro Pontino”

È stato presentato, lo scorso Mercoledì 30 Giugno nella prestigiosa cornice de Il Casale Corte Rossa a Borgo Sabotino, il libro “Onc Podere 185 – i Muraro dell’Agro Pontino” di Dina e Paola Tomezzoli. L’incontro è Altro »

Branzino The Challenge 2021 ultimi giorni per iscriversi

C’è tempo fino a sabato 31 luglio per iscriversi a Branzino the Challenge la più importante manifestazione a livello europeo, con le esche artificiali, specificatamente dedicata alla spigola che si pratica in kayak. La 4ᵃ edizione Altro »

Daily Archives: 19 Marzo 2014

Opera Prima: arrivano i ritmi swing del Triology Jazz Trio

“Il jazz non è né un repertorio specifico, né esercizio accademico… ma uno stile di vita”, in questo aforisma di Lester Bowie, mente geniale del jazz nero d’avanguardia, è contenuto lo spirito che anima il Triology Jazz Trio, protagonista del prossimo appuntamento musicale della rassegna “Emergenze e dintorni della scena” promossa da Opera Prima Teatro. Sabato 22 marzo alle ore 21 il Teatro di via dei Cappuccini 76 ospiterà i ritmi swing e sincopati della formazione pontina composta da Erasmo Bencivenga (pianoforte), Nicola Borrelli (contrabbasso) e Tommaso Tozzi (batteria).

Fondi – Marijuana “Fai Da Te”: denunciato un quarantacinquenne

I Finanzieri del Comando Provinciale di Latina hanno effettuato nel territorio del sud pontino un sequestro di sostanze stupefacenti provvedendo ad identificare e denunciare un quarantacinquenne del luogo. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per trascorsi da tossicomane, da consumatore finale si è trasformato in produttore. E’ stato, infatti, trovato in possesso, in un’abitazione nella campagna Fondana, di tutto quanto necessario alla coltura idroponica “fai da te” con tanto di manuale di istruzioni, lampade ad hoc, sistemi di ventilazione di piante di canapa indiana, dalle cui infiorescenze e resine si ricavano, rispettivamente, marijuana ed hashish.