Spazio COMEL presenta: L’Umanità Riflessa di Giampaolo Cataudella

Si inaugura un nuovo appuntamento allo Spazio COMEL Arte Contemporanea Sabato a 9 marzo alle ore 18.00,  L’Umanità Riflessa, il ritorno di Giampaolo Cataudella, artista già noto ai visitatori più affezionati in quanto finalista della V edizione del Premio COMEL Vanna Migliorin Arte contemporanea e insignito di una menzione speciale della Giuria. In esposizione le opere realizzate dall’artista siciliano tra il 2008 e il 2018. A curare la personale sarà Dafne Crocella, antropologa, scrittrice e curatrice d’arte. L’arte di Cataudella denota un duplice e costante aspetto: la continua ricerca e sperimentazione artistica caratterizzata dall’uso di numerosi materiali, dalle tavole ricoperte di catrame alla tele cosparse di gesso, e inoltre alluminio, ovatta e canapa, per citarne alcuni; e il gusto del racconto per immagini: ogni elemento utilizzato racconta una storia, un ricordo, un frammento di vita. Come afferma Dafne Crocella: il lavoro di Giampaolo Cataudella “…parte da uno sguardo d’insieme che attraverso un processo a lente d’ingrandimento, come uno zoom cinematografico, ci porta verso il privato. Qui troviamo l’umanità. Riflessa nelle opere e al tempo stesso attrice”. Osservando i lavori di Giampaolo Cataudella si può scorgere questa suggestiva commistione tra uno sguardo puntato oltre l’orizzonte del conosciuto, frutto della continua sperimentazione, e il racconto di un passato atavico, di una umanità che si intravede tra i solchi, i tagli e le pieghe che caratterizzano le tele in esposizione allo Spazio COMEL fino al 24 marzo. All’inaugurazione, sabato 9 marzo alle ore 18.00, saranno presenti l’artista e la curatrice della mostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *