Cala il sipario su Vinicibando: La Xª edizione ha scoperto cibi, storia, arte, popoli e territori

Dalle vie d’acqua alle preziosità della terra che dal basso Lazio si spinge fino a Pompei (NA), la kermesse ha voluto puntare quest’anno alla valorizzazione delle risorse autoctone e delle peculiarità dei diversi territori, per stimolare la cooperazione tra le diverse realtà produttive  e promuovere l’eccellenza di tutto quanto si porta sulla tavola attraverso un format intrigante e coinvolgente, sempre più etico e sostenibile. Ideato e curato dalla giornalista Tiziana Briguglio e dall’Associazione Agroalimentare in Rosa, Vinicibando ha così  voluto festeggiare il suo decennale con un vero e proprio viaggio che lo ha portato a ricercare i cibi che si sono avuti con l’evolversi delle Bonifiche pontine dal tempo dei Romani ai giorni nostri. Ad essere toccate sono state Latina, Pompei (NA), il Foro Appio e Borgo Le Ferriere. Alla base dell’iniziativa, quella di porre all’attenzione del pubblico un  tour tra i diversi territori per dar modo di conoscere e apprezzare il prezioso giacimento enogastronomico, storico, artistico e paesaggistico, esclusivo dell’Italia centro-meridionale.  Una  vera e propria full immersion nei sapori più autentici che oggi caratterizzano i Prodotti Agroalimentari Tradizionali, le Dop e le Igp, con la riproposizione anche di pietanze della tradizione, innovative e avanguardiste,  dedicate alle diverse

presentazione libro Stefania Ruggeri

epoche e proposte dagli chef della Federazione Italiana Cuochi.
L’inaugurazione della  kermesse a Latina,  presso l’Hotel Europa,  a far da cornice a tutta una serie appuntamenti tra arte, cibo e cultura dell’alimentazione:  la presentazione del libro di Stefania Ruggeri, edito da Sonzogno, “Mamma, che fame”, seguito dall’apertura  della mostra di Antonella Catini, “Il piatto è servito“, a cura di Fabio D’Achille per MAD Arte (Museo d’Arte Diffusa), e la cena gourmet allestita dalla nuova brigata del ristorante Cristal, composta dagli chef Simone Chittaro, Luca Visentini ed Elia Scaranello, con un menu tutto legato alle eccellenze pontine.

La nuova Brigata Hotel Europa

Vinicibando si è poi spostato all’interno degli scavi di Pompei (NA) per vedere le officine del Garum, la salsa a base di pesce tanto amata dagli Antichi Romani che qui aveva proprio uno dei suoi centri di produzione. Narratore d’eccezione il professor Giuseppe Nocca, autore del volume di archeonutrizione edito da Arbor Sapientiae, “Garum. Produzione ecosostenibile e filiera alimentare della salsa di pesce nell’antichità”, mentre l’associazione Pompei Convium food  ha dato occasione di assaporare le gustosità dell’epoca con un pranzo

Pompei, Giuseppe Nocca e le Officine del Garum

ispirato ai fasti della tradizione partenopea.
Di grande suggestione il viaggio in canoa lungo il fiume Cavata, guidati dal naturalista Francesco Saverio D’Ottavi, per scoprire la tecnologia idraulica del medioevo pontino, che ha invece caratterizzato la tappa a Borgo Faiti (LT),  con il Foro Appio Mansio Hotel a far da cornice al cibo dei cammini e ai laboratori del gusto sulle pietanze pre e post bonifica.
La giornata è poi proseguita al Pan di Via  Bistrot di Latina con la VII edizione del

Traversata del fiume Cavata

Concorso per aspiranti sommelier “Giuliano Garofano”, per la prima volta dedicato alla conoscenza degli oli extravergini di oliva e vinto dal giovane Lorenzo Coppola, a cui è andato un corso di primo livello per assaggiatori offerto dalla CAPOL (Centro Assaggiatori produzioni Olivicole Latina). L’evento ha visto assegnare anche un Premio della critica per le migliori sensazioni gusto-olfattive all’Olio Monti Lepini delle Antiche Terre Pacella, tra i protagonisti  della degustazione dedicata agli extravergini laziali, curata da Luigi Centauri.
Ultimo giorno di programmazione del  Salone del Gusto Nomade è stato quello vissuto a  Borgo Le Ferriere (LT), con la visita straordinaria del sito archeologico

museo di Satricum

dell’antica Satricum, curata dall’archeologa Carlotta Bassoli e resa possibile grazie alla collaborazione della Direzione Musei e Pinacoteca del Comune di Latina. La degustazione dei vini dell’Azienda agricola Casale

il circo del gusto – Francesco Capirchio – Fausto Ferrante – Max Cotilli – Alessandro Guratti – Maurizio De Filippis

del Giglio  e il “Circo del Gusto” hanno  infine chiuso la lunga scaletta degli eventi in programma. Ad ospitare la serata il ristorante Satricum dove ad affiancare ai fornelli lo chef Max Cotilli, si sono ritrovati i cuochi  presenti nella prestigiosa guida del Gambero Rosso: Francesco Capirchio (Ristorante Lo Stuzzichino di Campodimele), Maurizio De Filippis (Ristorante Riso Amaro – Fondi), Fabio Stivali (Il simposio – Sermoneta), Fausto Ferrante (Ristorante Da Fausto – Fondi) e Alessandro Guratti (Ristorante l’Amo – Latina).

Vinicibando è un evento gemellato  con le manifestazioni: Red Taste – Alla scoperta di EEA – Cerealia

La decima  edizione della manifestazione ha avuto il patrocinio morale di: Arsial –  Comune di Latina – Camera di Commercio di Latina – Fondazione Bio Campus – Istituto zooprofilattico sperimentale di Lazio e Toscana.

Si ringraziano per la collaborazione:   MAD Museo d’ Arte Diffusa –  CAPOL – Associazione Provinciale Cuochi Latina – Pompei  Convivium  Food – Bottega dell’Orto – Torpedino

Sponsor tecnici dell’evento:    Hotel Europa Latina – Foro Appio Mansio hotel Latina – Ristorante Satricum – Azienda agricola Casale del Giglio – Cantina Sant’Andrea – Partesa – Cantina Villa Gianna – Cantina Bosco de’Medici – Baccini tovaglie – Cassanelli mobili – Pasticceria Briciole Latina –  Ivan il re del pane – Baratta bus

Media partner: Ip magazine – Inbrand – Periodico contatto – Guide smart TV

pagina Facebook: Vinicibando Italy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *