Aiutiamo i piccoli imprenditori schiacciati dalle tasse

INTESA PMI 99.0, composta dalle associazioni di categoria della Provincia di Latina rappresentate da “Rete Imprese Italia” (CASARTIGIANI, CNA, CONFARTIGIANATO, CONFCOMMERCIO, CONFESERCENTI) e FEDERLAZIO Latina, dinanzi al grave stato di crisi degli operatori di Latina, ha invitato il Comune di Latina (nelle persone del Sindaco On. Giovanni Di Giorgi, il Segretario comunale Avv. Pasquale Russo, l’Assessore al Bilancio Alessandro Calvi, l’assessore alle Attività Produttive Angelo Tripodi) e i rappresentanti della Società DOGRE, ad un chiarimento circa la situazione delle attuali gabelle e more che cadono sulla testa delle tante piccole attività commerciali, artigianali e d’impresa di Latina. Intesa PMI 99.0, già lo scorso 21 Novembre, chiese un incontro ma, ad oggi, ancora non vi sono stati cenni di risposta. Per tale motivo le sopra citate associazioni di categoria hanno nuovamente invitato i rappresentanti del Comune e della Dogre ad un incontro previsto per il prossimo 7 febbraio alle ore 10.00, presso la sede della Federlazio di Latina. Nel caso Comune e Dogre non si dovessero presentare le Associazioni di categoria valuteranno le iniziative di mobilitazione sindacale del caso. Negozi chiusi, saldi che non hanno risposto alle aspettative dei commercianti, tasse da pagare sempre più salate. E’ un quadro che lascia poco spazio all’immaginazione quello descritto dagli operatori del settore sempre più sul piede di guerra. E le conseguenze di questo stato di cose si vede. Basta passeggiare per il centro città o anche in qualche centro commerciale per avere la percezione che in molti si sono arresi. Su scala nazionale, solo nei primi 10 mesi del 2013, hanno chiuso i battenti 60mila negozi. Commercio e turismo sono, infatti, tra i settori più schiacciati dalla crisi dei consumi interni, che è il segno distintivo di questa recessione italiana che non ha eguali in Europa e che favorisce solo le grandi strutture. Una crisi che sta distruggendo il capitale imprenditoriale della provincia di Latina. In un periodo storico in cui tutti gli indicatori economici registrano i dati più negativi dal dopo guerra ad oggi, in cui le famiglie perdono sempre di più il loro potere d’acquisto, in cui la pressione fiscale continua a pesare sulle imprese e la disoccupazione giovanile si attesta ai livelli più alti degli ultimi anni bisogna fare sistema e lavorare, insieme, per cercare di ridare un po’ di ossigeno alle imprese e ai commercianti. Molti i problemi degli operatori. A giorni potrebbero partire anche le sanzioni per i ritardi di pagamento relativi alla tassa della pubblicità. Il Comune di Latina aveva promesso pubblicamente di intervenire ma, ad oggi, ancora il nulla. Le imprese, i commercianti, vanno aiutati iniziando proprio dalla riduzione della tassazione che colpisce così duramente in un momento di crisi. Lo scopo di Intesa PMI 99.0 è quello di avviare un confronto costruttivo per modificare l’attuale regolamento che risale a molti anni fa e che prevede aliquote altissime rispetto ad altre città italiane con la stessa densità di popolazione di Latina. I provvedimenti presi, anche nei mesi scorsi, nei confronti di molti commercianti hanno contribuito in maniera significativa ad appesantire i costi di gestione con aumenti che hanno toccato anche il 30%. E in arrivo c’è anche il salasso della Tari, la componente che riguarda i rifiuti compresa della famigerata Iuc, l’imposta unica comunale, introdotta quest’anno in base alla legge di stabilità. Una situazione insostenibile che rischia di mettere in ginocchio numerose attività commerciali e che richiede decisioni amministrative tanto urgenti quanto necessarie. La lotta che stiamo portando avanti mira innanzitutto ad una corretta applicazione della Tassa sulle insegne e la Pubblicità ed è per questo che impegneremo il sindaco e la società DOGRE ad un serrato confronto dal quale non si può più prescindere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *